hug cura del trauma img 

 

La vita di Giulia (nome di fantasia) subisce un brusco cambiamento quando viene ricoverata al pronto soccorso a causa di una ferita infetta alla gamba.
La lesione all’inizio non era grave ma la mancanza di cure e le degradanti condizioni igienico-sanitarie nella casa della bambina hanno portato ad un peggioramento della lesione.
In Ospedale, i medici, preoccupati per la piccola, hanno contattato i Servizi Sociali. Le conseguenti indagini hanno rivelato una persistente omissione di cure da parte della famiglia e, a seguito di un decreto del Tribunale dei Minorenni di Milano, Giulia è stata allontanata da casa e affidata ad una delle nostre Comunità.

Il disagio che la piccola ha vissuto all'interno di una famiglia fortemente trascurante ha, però, lasciato segni visibili e importanti di cui la nostra équipe terapeutica non può non farsi carico. Giulia, infatti, soffre di una grave balbuzie. Alle difficoltà nel linguaggio, si aggiungono una serie di movimenti involontari del corpo, spasmi muscolari, che spesso diventano dolorosi crampi. Tutto questo le procura momenti di grande disagio, soprattutto a scuola.


Di storie di dolore come questa gli operatori dell'Associazione  CAF ne vedono molte, purtroppo. Il trauma di questi bambini è doppio. Da un lato quello subito a causa delle difficoltà di chi li avrebbe dovuti accudire, dall’altro il vissuto di separazione forzata (ma necessaria) da quelli che restano comunque affetti imprescindibili.

Non possiamo lasciare soli questi piccoli. Dobbiamo unire le forze per accogliere il loro dolore e trasformarlo in coraggio.

Con questo progetto caricato sull’applicazione HUG – Tap to donate vogliamo garantire a Giulia un intervento integrato di più professionisti: uno psicoterapeuta esperto in età evolutiva che intervenga all’origine del problema aiutandola a dare un senso alle esperienza traumatiche subite e un medico logopedista che la segua nella terapia di rieducazione del linguaggio e dell'articolazione della parola. Tale intervento della durata di almeno un anno ha un costo complessivo di 3.200 euro.

Grazie ad HUG, anche tu hai la possibilità di sostenere la cura di Giulia contribuendo in modo facile e veloce.
Bastano pochi semplici “Tap” dal tuo smartphone o tablet per fare una donazione. Come? Scarica gratuitamente l’applicazione da App Store o Google Play, effettua l’accesso (con FB, Google+ oppure inserendo Nickname, Mail e Password), seleziona il progetto “I mille volti del maltrattamento” e scegli l’importo da donare. Il pagamento può essere fatto con carta di credito o PayPal e i fondi arriveranno direttamente all'Associazione CAF, per cui la tua donazione è deducibile o detraibile fiscalmente. 
Donare non è mai stato così semplice! Prova ora.

Anche Tortona Locationssocietà impegnata da anni nella gestione di spazi e nella progettazione di eventi a Milano, sostiene questo progetto.


Insieme possiamo fare la differenza, aiutaci anche tu a regalare a Giulia un'infanzia serena.
Utilizza ora l'app HUG - Tap to donate cliccando qui

icona google play icona app store





Sito web: www.hugdonazioni.it

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.