Sono le 9 e mezza di domenica 23 giugno e nelle Comunità di via Orlando arrivano Sung Hee, abile stilista coreana, Sze Tiong, giovane imprenditore proveniente da Singapore e Stefano, informatico romano trapiantato a Milano. Si tratta dei protagonisti della Domenica del Cuoco, un format di volontariato ideato dalla nostra Associazione che, nel giorno di riposo della nostra cuoca, invita gruppi di 3/5 persone a mettersi alla prova nella grande cucina professionale di via Orlando e cucinare il pranzo domenicale per i nostri bambini che, spesso e volentieri, li affiancano nella preparazione delle pietanze.

Per Sung Hee non era la prima volta: è stata proprio lei - insieme ad altri tre volontari - ad aprire il ciclo delle Domeniche del Cuoco a febbraio scorso. Per Zse Tiong e Stefano, invece, è stata un esperienza tutta nuova.

Ispirandosi ai diversi Paesi di orgine, i tre cuochi hanno voluto cimentarsi nella preparazione di un menu molto diverso dal solito, mescolando ricette italiane ed orientali. Ed ecco che sulle tavole delle tre Comunità sono arrivati piatti davvero particolari: prima il Japchae (piatto coreano composto da noodles di amido di patata dolce cotti in padella con verdure), poi delle alette di pollo alla charsiu (ovvero marinate con salsa di soia, zucchero muscovado e miso cinese) accompagnate da un' insalata di anguria, feta e pomodoro e, dulcis in fundo, tiramisù alla pesca.

 

cuoco domenica giugno 2019

 

Alcuni bambini delle Comunità degli Elfi e dei Folletti hanno indossato il grembiule colorato e fatto incursione in cucina con molta curiosità: M. si è dedicato alla preparazione della panna per il tiramisù, sotto l’attenta supervisione di Stefano e con qualche legittimo assaggio per valutarne la bontà; A. e E., con pazienza e precisione, hanno dato una mano nel taglio dei pomodorini per l’insalata, chiedendosi fino alla fine “… ma perché si chiamano ciliegino se sono pomodori?”; V. ha spennellato di salsa charsiu le cosce di pollo, con il sapiente aiuto di Sze Tiong; N. ha preparato le verdure con Sung Hee, mantenendo l’occhio sull’orologio perché incaricato da Sze Tiong di tenere il tempo della marinatura del pollo.
Ad ognuno il suo compito per formare tutti insieme una squadra!

Quando è arrivato il momento di sedersi a tavola, ecco che sono iniziati i primi “a me non piace” oppure “io non lo voglio”: tipico scetticismo verso pietanze nuove, dai nomi quasi impronunciabili. Ma è bastato spingerli ad un assaggio per convincerli: alla fine c'erano solo piatti vuoti e facce sporche di salsa charsiu.

Grazie di cuore Sung Hee, Sze Tiong e Stefano per aver regalato ai nostri bambini questa originale esperienza!

E grazie, naturalmente, a tutti i volontari che continuano a supportarci in questa iniziativa speciale.