Cari Amici,
quando qualche giorno fa è arrivata la triste notizia che era mancato Roberto Saviane, uno dei nostri più attivi ed amati Consiglieri, fra le emozioni dolorose del momento si è fatta subito strada dentro di me la necessità di scrivere qualcosa, di scrivervi qualcosa su ciò che Roberto ha rappresentato per tutti noi che in Associazione CAF lo abbiamo conosciuto e vissuto in questi anni. 
Ho sentito il bisogno di scrivervi, non solo per fissare il ricordo di una persona straordinaria, ma soprattutto per condividere con tutti Voi, che come Lui credete e sostenete questa nostra Associazione, la passione, la perseveranza, la caparbietà e la fedeltà con la quale si può essere veramente dalla parte dei bambini e dei ragazzi in difficoltà, lasciando un segno indelebile che vive anche attraverso di loro.


luisa e roberto sitoRoberto era una persona la cui presenza si faceva davvero sentire: direi sin dalle prime luci dell’alba!
Sono proverbiali qui al CAF le e-mail che ci inviava alle 5 del mattino con notizie e suggestioni di ogni genere tratte dai numerosi quotidiani che scandagliava. Nuovi trend da cavalcare prima che fossero gli altri a farlo, best practice a cui ispirarsi per fare sempre meglio e sempre di più per i nostri bambini.
“Che ne dici se approfondiamo questa cosa?...”; “Hai visto che bella iniziativa, perché non proviamo a fare qualcosa di simile, ma col nostro stile?…”; “Attiviamoci subito su questa opportunità, perché è il futuro…”; “Prova a scrivere al dottor Tizio, digli che ti ho dato io il suo contatto e vedi cosa sia possibile fare per il CAF”. Un pozzo senza fine di stimoli, di idee e ispirazioni. Decine di assist che servivano a farci fare fantastici goal, alcuni dei quali hanno fatto la storia e la fortuna della nostra Associazione: basti pensare alle tante fortunate edizioni dell’asta benefica Scatti per Bene e alle gremite cene di gala di Serata per Bene.

Ma a pensarci bene, era nelle “missioni considerate impossibili” che Roberto dava il meglio di sé.
Quando la montagna ci sembrava davvero insormontabile, Roberto arrivava a farci strada, aiutandoci ad affrontare la scalata con metodo e convinzione. Un passo alla volta, insieme in prima linea, coinvolgendo proprio tutti, ci faceva sentire che ce la potevamo fare. In questo modo, anche la seconda cena di gala, a distanza di pochi mesi dalla prima, non solo diventava possibile, ma addirittura memorabile.
Questa voglia di spingere sempre più in alto l’asticella dei nostri sforzi per il bene dell’Associazione, per il bene dei bambini, è l’eredità più preziosa che Roberto ci ha lasciato. Un’eredità applicabile ad ogni ambito delle nostre attività associative, e forse anche un po’ alle nostre vite.
Ricordiamo dunque insieme una persona davvero speciale, che ha lasciato un segno indelebile in tutti noi e la cui energia ci guiderà certamente anche in futuro nelle molte difficili scalate che dovremo ancora affrontare.

Concludo ringraziando tutti coloro che ci hanno scritto in questi giorni per ricordare Roberto e inviare un messaggio di vicinanza alla sua amata moglie Luisa, nostro AD.
Un grazie speciale anche a tutti coloro che hanno voluto fare dei gesti concreti per onorare la sua memoria, preziosi gesti di aiuto rivolti alla nostra Associazione, ai bambini e ai ragazzi che a Roberto stavano così tanto a cuore.

La raccolta fondi in memoria di Roberto Saviane resterà ancora aperta, così come Lui aveva chiesto, per consentire a tutti coloro che lo hanno conosciuto nella veste di appassionato Consigliere dell’Associazione CAF, di continuare la preziosa opera di sostegno che lui aveva cominciato.

A nome di tutto lo staff dell’Associazione CAF

Emanuela Angelini
Responsabile Comunicazione e Fundraising

 


 Per versare un contributo in memoria di Roberto CLICCA QUI.